In evidenza

Prevenire l'insorgenza di un ictus? Le nuove linee guida della American Heart Associat...
Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine,...
Dieta dimagrante e rischi salutari

Poiché l'obiettivo di questo sito è cercare di dare un'informazione completa e il più possibile obiettiva sulle diete, dimagranti in particolar modo, riteniamo sia giusto informare sui rischi a cui si potrebbe andare incontro nel caso in cui non sia necessaria una dieta dimagrante o questa non sia adeguata.

Una dieta ipocalorica troppo drastica può causare una perdita di muscolatura in quanto l'organismo degrada le proteine dei muscoli per ottenere amminoacidi da convertire in glucosio (vedi: gluconeogenesi).
Inoltre può determinare un'eccessiva stanchezza e nelle diete ancora più rigide addirittura possibili svenimenti.

Le diete a contenuto di carboidrati troppo basso non sono sicure in quanto determinano uno stato di chetosi che può causare diversi disturbi.

Le "diete miracolose" o "diete alla moda" hanno carenze di nutrienti essenziali per la sana alimentazione e la salute.
Inoltre queste diete dimagranti sono talmente esigenti e monotone che è difficile seguirle a lungo e spesso presentano il classico effetto "yo – yo" facendoci riacquistare i chili appena persi.
Vedi:

Riduzioni troppo drastiche di peso in poco tempo hanno spesso come conseguenza dopo qualche mese la ripresa dei chili appena persi, se non addirittura di più. Le diete vanno affrontate in modo equilibrato.
Vedi:


Un problema sottovalutato è inoltre quello dei disturbi alimentari (tra cui anoressia e bulimia). Si tratta di malattie che colpiscono prevalentemente le ragazze adolescenti dei paesi occidentali, in modo sempre più frequente a causa dei canoni di bellezza proposti dai mass-media.
L'insorgenza di disturbi dell'alimentazione può essere favorita in soggetti già a rischio che decidono di mettersi a dieta.
Nello studio "Abnormal eating attitudes in London schoolgirls--a prospective epidemiological study: outcome at twelve month follow-up." viene mostrato come il rischio che insorgano disturbi alimentari, nelle ragazze di 15 anni osservate, sia 8 volte maggiore nelle ragazze a dieta rispetto alle altre.

E' importante quindi mettersi a dieta solo se se ne ha davvero bisogno e non per "apparire come le modelle alla tv".

E' bene prestare attenzione quando le diete prevedano l'assunzione di farmaci dimagranti in quanto in seguito a cure dimagranti intensive con uso di farmaci può accadere che il paziente, perché di paziente si tratta in quanto gli vengono prescritti farmaci, vada incontro a disturbi come la depressione o ad altre controindicazioni in quanto si tratta di farmaci, anche se dimagranti.
Ad esempio nel caso dei farmaci a base di sibutramina (fatta ritirare per questo dai mercati europei dall'EMEA) l'assunzione aumentava rischi cardiovascolari.



Pubblicato il 19 Agosto 2010 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?