In evidenza:

Prevenire l'insorgenza di un ictus? Le nuove linee guida della American Heart Associat...
Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine,...

Tu sei qui


Cono gelato

Il gelato ha un alto valore nutritivo grazie ai suoi ingredienti: latte, uova, panna, frutta, grassi, zucchero.
Come tutti gli alimenti, può fare ingrassare se assunto in dosi eccessive, mentre un consumo moderato e intelligente contribuisce ad una dieta sana, equilibrata e - perché no? - piacevole.

Il gelato è adatto a tutte le età!
Il gelato può essere mangiato come merenda dai più piccoli, ma anche come pausa da chi studia o lavora, dagli anziani con problemi di masticazione e inappetenza, dagli sportivi come alimento da assumere prima di una gara, perché nutre senza appesantire.

Una coppa di gelato artigianale da 100 g. di crema apporta circa 200-250 calorie, mentre un etto di quello alla frutta contiene circa 170 calorie.
E’ uno spuntino decisamente migliore rispetto a un pezzo di focaccia o una merendina farcita, che conterrebbero più grassi e con meno proteine.

Per chi è in sovrappeso, è quindi più indicato il gelato alla frutta o il sorbetto, che può sostituire la merenda, ma esistono anche gelati ipocalorici e alla soia per chi ha problemi di colesterolo alto e intolleranza al lattosio.


Gelato a pranzo o a cena?

Per gustarsi il gelato durante uno dei pasti principali (pranzo o cena) senza aumentare troppo le calorie è preferibile invece evitare una portata, come il pane o la pasta, mangiando comunque la porzione proteica. Sostituire interamente il pasto principale con un gelato non è consigliabile perché il calo della glicemia dopo qualche ora sarebbe troppo brusco.


Dottoressa Maria Chiara Ranucci
ranucci.c@gmail.com

Riceve a Roma
Maria Chiara Ranucci su Facebook!


Altri articoli:

Pubblicato il 22 Giugno 2011 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?